Pubblicazione Linee guida per le procedure inerenti le pratiche radiologiche clinicamente sperimentate (art. 6 D.Lgs 187/2000)

DISPOSIZIONI  PER I TECNICI SANITARI DI RADIOLOGIA MEDICA

In riferimento alla recente pubblicazione (G.U. n. 261 del 9/11/2015) in Gazzetta Ufficiale delle linee guida in oggetto, il sottoscritto fa notare come i contenuti delle stesse contrastino espressamente con quanto normativamente previsto, anche alla luce della interpretazione giudiziale fornita dalle sentenze del Tribunale di Lucca del 4/7/2014 e del 16/4/2015 (rispettivamente sui Casi di Marlia e Barga) e della recentissima sentenza del Consiglio di Stato (Pordenone), ponendo seri dubbi sia sull’autonomia professionale che sulla responsabilità individuale dell’operato dei Tecnici di Radiologia.

Pertanto, in attesa dell’esito delle azioni legali che saranno prese contro le suddette linee guida, in nome e a tutela dei colleghi iscritti al mio Collegio, Vi notifico che nelle unità di Diagnostica per Immagini, ovunque operanti nel nostro territorio regionale e in qualsiasi regime, l’osservazione “alla lettera” delle suddette linee guida potrebbero generare disagi di tipo organizzativo con ricadute avverse oltre che per il personale, anche e soprattutto per l’utenza che ne afferisce.

Tengo a precisare che le intenzioni di questo Collegio vanno nella direzione di trovare soluzioni che garantiscano il diritto degli utenti ad avere prestazioni appropriate, garantendo comunque il rispetto delle normative e delle competenze professionali proprie della professione di Tecnico Sanitario di Radiologia Medica.

Nell’augurarsi proficue collaborazioni in tal senso Vi saluto cordialmente.

Il Presidente A.Beux